Tipologie di canti (call, song, flight)


Ma facciamo un po’ di chiarezza sulle principali tipologie di emissioni vocali nelle quali possiamo imbatterci. Di seguito vengono riportate solo le più importanti e fondamentali:

-  Canto (Song) 
Questo è il classico canto emesso dal maschio di una determinata specie per fini territoriali e riproduttivi. Sono differenti da specie a specie (nonché spesso anche tra varie sottospecie): si spazia da quelli più semplici e monotoni, come quello del Beccamoschino (Cisticola juncidis), a quelli estremamente complessi e melodiosi come il popolare canto dell’Usignolo (Luscinia megarhynchos). Solitamente, grazie alla maggiore complessità rispetto ai richiami, sono piuttosto distinguibili gli uni dagli altri e perciò risulta piuttosto comodo iniziare ad approcciarsi a questo mondo ascoltando ed identificando le specie proprio attraverso questo tipo di vocalizzazioni. 

-  Richiamo (Call)
Nel birdwatching moderno “call“ è uno dei termini più utilizzati; spesso è associato all’identificazione/separazione di due specie apparentemente molto simili tra di loro ma che presentano differenze piuttosto marcate nelle loro emissioni vocali; questo ad esempio è il caso del Luì piccolo siberiano (Phylloscopus collybita tristis). 
Viene emesso in svariate situazioni ed è la tipologia più comune; alcuni richiami sono talmente particolari da rimanere impressi per sempre nella mente, mentre altri sono estremamente simili, e spesso serve l’analisi di ritmo e frequenza per fare una corretta identificazione. 

I call, poi, possono portare all’individuazione di specie rare  ed accidentali.

-  Richiamo in volo (Flight call)
Quando gli uccelli richiamano in volo, ci accorgiamo che molto spesso emettono dei versi nettamente diversi rispetto a quando sono posati; questo è il cosiddetto flight call. È molto utile conoscerne qualcuno poiché ci permette, molto spesso, di identificare i piccoli passeriformi in volo, altrimenti quasi indistinguibili. 

Un’ottima palestra per prendere dimestichezza con le specie più comuni è il monitoraggio della migrazione autunnale dei passeriformi sui vari passi liguri: Passo del Turchino, Giovo ligure, Rocche bianche ecc. 
Con un po’ di pratica, in una sola mattinata, si possono conteggiare le seguenti specie:

-  Prispolone
-  Pispola
-  Passera scopaiola
-  Tordo bottaccio
-  Tordo sassello
-  Cesena
-  Fringuello
-  Peppola
-  Frosone
-  Ciuffolotto
-  Crociere
-  Fanello
-  Cardellino
-  Verdone
-  Verzellino
-  Lucherino
-  Cinciarella
-  Cincia mora
-  Codibugnolo
-  Zigolo nero

Si riporta di seguito l’esempio del Fringuello (Fringilla coelebs), specie molto comune che presenta diversità tra tutte e tre le tipologie di vocalizzazioni precedentemente descritte:
(mettere bottoni interattivi con spettrogramma sopra)