Dove ascoltare gli uccelli

 

Città 
I giardini ed i parchi cittadini presentano spesso un’interessante biodiversità. Molte specie, infatti, trovano habitat idonei, ed a volte molto vantaggiosi, un po’ in tutte le stagioni. Gli uccelli che abitano questi ambienti sono spesso piuttosto visibili e semplici da indentificare, ma conoscere alcuni canti o call potrebbe allungare il nostro taccuino. 

Ad esempio le seguenti specie potrebbero facilmente passare inosservate in molte situazioni senza conoscerne il richiamo:

-  Picchio verde
-  Picchio rosso maggiore
-  Occhiocotto
-  Sterpazzolina di Moltoni
-  Sterpazzolina comune
-  Fiorrancino
-  Luì piccolo

Fino ad arrivare a specie molto più rare, come ad esempio il mitico Luì forestiero.

Identificare gli uccelli dai loro vocalizzi può, invece, tornare utile per rilevare specie in periodo primaverile/estivo che non ci saremmo mai immaginati potessero trovare interessante un territorio cittadino; è il caso ad esempio del Canapino, trovato in canto in alcune zone residenziali della città di Genova.

Macchia
La macchia mediterranea è l’ambiente che più caratterizza la Liguria in tutte le sue diverse combinazioni. Si passa dalle colline sul mare ricoperte da Erica arborea e Ginestre per arrivare ai boschi di leccio con radure sparse, dalle pinete caratterizzate dal Pino di Aleppo ai rilievi ricoperti dal cisto e dai rovi. 

In tutti questi habitat diventa assai utile, se non essenziale, conoscere canti e versi delle varie specie che vi abitano. Di seguito una lista di uccelli piuttosto comuni, difficili da osservare, se non per pochi istanti, ma molto semplici da rilevare conoscendone le vocalizzazioni:

-  Bigia grossa
-  Occhiocotto
-  Sterpazzolina comune
-  Sterpazzolina di Moltoni
-  Magnanina
-  Luì bianco

Oltre le specie appena citate, che per fenologia tendono a stare quasi sempre infrattate, anche l’eterogeneità di questi ambienti, caratterizzati da diverse tipologie di essenze floreali, rappresenta una complicazione non trascurabile per individuare anche tutte quelle specie che, tendenzialmente, hanno abitudini meno elusive; chiudendo gli occhi ed aprendo bene le orecchie si può contrastare questa difficoltà, ed in poco tempo, e senza fare troppa strada, rilevare:

-  Pernice rossa
-  Cuculo
-  Rampichino
-  Saltimpalo
-  Capinera
-  Tordela
-  Canapino
-  Pettirosso

Prateria
Le praterie, che spesso caratterizzano le sommità dei rilievi costieri più alti, sono spazi molto ampi, spesso con la presenza di erba alta quel tanto da far scomparire gli uccelli a terra. 
In questi luoghi sono numerose le specie facilmente individuabili dal canto:

-  Quaglia
-  Allodola
-  Calandro
-  Prispolone
-  Beccafico
-  Bigia grossa
-  Luì bianco
-  Zigolo nero
-  Zigolo giallo
-  Strillozzo

Montagna
La Liguria, poi, presenta anche montagne molto interessanti, abitate da quasi tutte le specie alpine italiane. 

Mentre camminiamo in una lariceta la nostra visibilità non è ottimale, gli alberi sono piuttosto vicini ed abbastanza alti e gli uccelli prediligono i rami sulle sommità. Perciò avere una conoscenza dei canti e dei versi degli abitanti di questi ambienti ci può permettere di scoprire la presenza di molte specie come ad esempio:

-  Picchio nero
-  Prispolone
-  Rampichino alpestre
-  Tordo bottaccio
-  Cincia alpestre
-  Cincia mora
-  Cincia dal ciuffo
-  Crociere
-  Zigolo giallo
-  Zigolo muciatto