Festa del Nodo 2015

 

Il Nodo ligure di EBN, LiguriaBirding, festeggia nella zona di Albenga

 

 

 

 

Quest'anno si è scelto di festeggiare l'evento nella zona di Albenga , visitando due aree di territorio completamente diverse in modo da ampliare il ventaglio delle possibili specie avvistabili.

Ciò in considerazione del fatto che novembre non è, nella nostra regione, uno dei mesi più ricchi di avifauna, condizione resa ancora più critica dalle temperature insolitamente alte di questa stagione, poco incoraggianti per quanto riguarda l'arrivo dei visitatori invernali.
Da questo la decisione di scandagliare una zona litoranea, in prossimità della foce del Centa, per poi passare ad un ambiente collinare, alle spalle di Albenga, dove in passato sono state fatte belle osservazioni.
 

L'area della foce del Centa




La zona di Peagna, alle spalle di Albenga, gradevole paesaggio misto di coltivi e colline.

 


Il Birdwatching
 

 

 

 

 

Il  punto di ritrovo è nella zona della foce del Centa, dove esiste la possibilità di trovare facilmente parcheggio per le auto.
Le adesioni alla manifestazione di quest'anno, infatti, sono davvero numerose considerando che abbiamo raggiunto il ragguardevole numero di 34 partecipanti!
 

 



Il gruppo continua a crescere arricchendosi di amici che, alla spicciolata, si aggiungono a quelli già impegnati a fare osservazioni marine.

 

Come da pronostico la giornata non si rivela particolarmente ricca di uccelli da osservare ma le temperature miti, il paesaggio affascinante e, soprattutto,
il piacere di  ritrovare vecchi e nuovi amici birders, normalmente sparsi un po' per tutta la Liguria, rendono la Festa del Nodo un evento sempre piacevole.
 



Binocoli, cannocchiali e fotocamere di ogni tipo scrutano l'orizzonte e le rive della foce.
 

Gabriella, nei panni di tour leader, procede all'appello dei presenti.
 

Sandro, inimitabile curatore delle relazioni sociali, si distingue per il giovanile entusiasmo.
 


Dopo ripetute scansioni della foce e del mare l'attenzione si sposta in una zona poco più a monte, dove le rive
cespugliose del Centa offrono riparo a piccoli passeriformi e non mancano le classiche specie fluviali di anatre e rallidi.

Alla fine, prima di spostarci nella zona di Peagna, possiamo elencare le seguenti specie:

 

 


Ci spostiamo più a nord, su una stradina tortuosa alle spalle di Peagna, che ci permette una bella passeggiata con vista contemporanea di mare e monti.
 


In questa zona cerchiamo, in particolare, i gracchi corallini, in genere non difficili da avvistare al di sopra dei monti e,
chissà, qualche albanella svernante, ma anche tutte le specie di rapaci che......vorranno farsi vedere.
 


Purtroppo la nostra visita coincide, lo scopriamo solo ora, con un'invasiva presenza dei "veri amanti della Natura" impegnati
a battere il territorio palmo a palmo, con le loro simpatiche tute mimetiche, giubbotti arancioni, fucili, detonazioni, cani e gipponi scorrazzanti.
Nonostante questo riusciamo a fare qualche bell'avvistamento anche se manchiamo i gracchi e le albanelle...

 


 


Il pranzo
 

 

 

 

 

C ome vuole la tradizione, la Festa del Nodo è anche l'occasione per un ricco pranzo tutti assieme.
Naturalmente si è cercato un buon ristorante nelle vicinanze delle zone presso le quali abbiamo fatto birdwatching.
 La scelta è caduta su "Il Boschetto" a Villanova d'Albenga, locale accogliente, pulito e dal servizio accurato.

 

 


Il Video della giornata
 

 

 

 


 

 

 

 



avviare - cliccare su  - selezionare 720p HD o 1080p HD

 

 

 

 


Un caloroso ringraziamento a tutti gli amici che hanno partecipato!!!

 

 


 


Testo, Video & Editing:
Ennio Critelli

Foto:
Giuseppe Zanolo
Luciana Norfo